21 gennaio 2015:
La musica giusta per allenarsi

Secondo diversi studi le nostre canzoni preferite riescono a accendere l’entusiasmo e migliorare la resistenza alla fatica influenzando l’attività celebrale, per questo la musica è un’ottima compagna d’allenamento. Se vuoi migliorare le tue prestazioni e smettere di annoiarti scegli la tua playlist e attrezzati con le cuffie, si parte!
I risultati di diverse ricerche mediche mostrano che ascoltare musica migliora l’umore (alzi la mano chi non sente di averne mai beneficiato) e aiuta a sopportare meglio il dolore, tanto che in occasione di alcuni test effettuati in seguito a operazioni chirurgiche si è potuto assistere a una diminuzione nella somministrazione degli antidolorifici.

La musica agisce sul battito cardiaco e la respirazione, modifica la pressione e incide sul livello ormonale influenzando le endorfine: durante l’allenamento costituisce una vera e propria scossa elettrica. L’importante è scegliere il ritmo giusto. La prima regola? Sperimentare. Ogni persona è differente e possiede gusti diversi. Per questo ciò che potrebbe costituire l’ispirazione per qualcuno, può diventare una vera e propria noia per qualcun altro. Naviga su internet a caccia della musica capace di scatenare il tuo entusiasmo, scambia con gli amici i nomi degli autori preferiti, ascolta la radio: in questo modo potrai scoprire nuove canzoni, stimolare la curiosità e appassionarti a questo immenso e affascinante campo.

Se hai pazienza costruisci una playlist in modo da iniziare con un ritmo più tranquillo in fase di riscaldamento, magari con musica melodica e cantautori, per poi continuare con canzoni intense dalle battute in grado di seguire le pulsazioni cardiache sempre più rapide. Nella fase conclusiva dell’allenamento scegli un ritmo sempre più pacato, per esempio musica classica e lirica, che accompagni la parte finale della tua prestazione e lo stretching in modo dolce.

Gli autori più apprezzati per il fitness? Madonna, regina della dance capace di stimolare e cacciare ogni pigrizia, Katy Perry e Lady Gaga, divertente e dinamica. Se non l’hai mai fatto, inizia a ascoltare la musica elettronica: il ritmo incalzante e l’assenza di parole aumentano la concentrazione e costituiscono una vera e propria sferzata d’energia. Puoi iniziare con i Daft Punk fino a esplorare i territori della musica sperimentale, house e techno, dalle sonorità intense. Quando i movimenti si sincronizzano sul ritmo musicale la coordinazione aumenta, i tempi delle prestazioni si riducono e la resistenza migliora alleviando i sintomi legati a stanchezza e fatica: un’ottima ricetta per allenarsi e scoprire più concentrazione, silenzio interiore e forza.allenamento2