21 gennaio 2015:
Come innamorarsi nel 2015

Quando la coppia scoppia ed è tempo di lasciar andare una storia d’amore, accade di frequente che ci senta depressi, scoraggiati, con un amaro in bocca difficile da addolcire. Eppure questa fase, se vissuta con ispirazione, è essenziale per ritrovare se stessi…E l’amore.
Metti al bando la malinconia e vivi con orgoglio questo momento. Il modo migliore con cui affrontare la “singletudine” è con leggerezza: non significa negare il dolore o l’emozione, talvolta straripante, bensì imparare a osservare ciò che accade con uno sguardo nuovo.

La prima cosa da fare per affrontare questo periodo? Recupera le tue passioni, sarà fondamentale per ritrovare nuove forze e energia. Le idee possono essere tra le più varie: sport, passeggiare all’aria aperta, bricolage e cucito, un corso di disegno o cucina. Recupera ciò che ti ha sempre dato piacere e che magari negli anni hai finito per abbandonare a causa degli impegni. Quando si investono tempo ed energia per ciò che si ama, all’improvviso il viso si accende di nuova luce; ritroviamo curiosità, gioia, voglia di sorridere e questo viene immediatamente percepito anche all’esterno dagli altri.

Nei periodi di singletudine c’è chi tende a cercare spasmodicamente una persona con cui sostituire l’ex. È tempo di sfatare un mito: il classico chiodo scaccia chiodo non assicura affatto la felicità. Anzi, qualche volta cercare a tutti i costi il flirt con cui dimenticare le proprie delusioni rischia di allontanare dai bisogni e le necessità autentiche.

Pensa a prenderti cura di te. Leccarsi le ferite è un modo di dire che ben esemplifica quel rispetto che tutti dovremmo avere per il nostro dolore. Affronta il tuo stare male, permettiti le lacrime ma non dimenticare di asciugarle: cerca di capire in onestà ciò che nella relazione non ha funzionato e, invece, di cosa hai bisogno adesso.

Con che tipo di persona vorresti condividere il tuo progetto di vita? Prova a visualizzare questa persona con precisione, anche nei dettagli all’apparenza insignificanti. Rifletti sulle caratteristiche che ti vengono in mente. Amore per i viaggi, capacità di ridere, forza d’animo, speranza: ognuno di noi sa, dentro di sé, che cosa ritiene importante.

Questo non significa idealizzare il prossimo Cupido, tuttavia questa immagine ti aiuterà a focalizzare meglio le tue verità e orientarti su nuove conoscenze, modi diversi di agire. Un altro esercizio molto utile riguarda il tuo passato: prima di lasciarlo andare hai bisogno di guardarlo. Pensa alle storie d’amore che hai vissuto e rifletti sull’insegnamento trasmesso da ogni rapporto: scoprirai che molte delle persone con cui hai condiviso capitoli di vita non presentano affatto le caratteristiche che hai appena immaginato. coppia