9 ottobre 2014:
Street Food: gli itinerari del cibo

Il modo migliore per capire in fretta e con gusto la dimensione culinaria di una città è scegliere un tour dedicato al cibo locale.

Si assapora il meglio del cibo di strada, si incontrano gli chef nei caffè e nei ristoranti e i produttori nei mercati. Arrivato in città, iscriviti subito a un tour e avrai una ghiotta lista di esperienze da raccontare e di posti in cui tornare.

Ecco alcuni luoghi imprendibili nel mondo, per scoprire un nuovo modo di viaggiare, non solo architettura, non solo storia, ma nuovi sapori per nuovi percorsi di viaggio.

 HanoiVietnam

Market Chohom

Market Chohom

Nel frenetico Chau Long market, nel labirintico Old Quarter. Troverai una ricca rassegna di cibo di strada, dal pho bo (zuppa di tagliolini al manzo), ai bánh xèo (simili a crêpe), fino ai banh cuon (crêpe di riso con maiale e funghi). Di solito si finisce al Café Duy Tri (43a P Yen Phu) per una sua chua ca phe (caffè allo yoghurt).

Gastown, Vancouver

Questo tour dello storico quartiere di Gastown va affrontato con una sete salutare. L’ebbro percorso sosta in tre birrifici e molti bicchieri vengono spillati a ogni tappa. Conoscerai alla perfezione i gusti degli abitanti di Vancouver in fatto di birra e ti sorprenderai di quanto sia riuscito l’abbinamento di luppolo e liquerizia. Ogni degustazione è accompagnata da piccoli e molto opportuni snack.

Istanbul, i mercati

 Kadıköy

Kadıköy

Passa una mattina a contrattare il prezzo del cibo in Europa e in Asia. Il Bazaar delle Spezie, nella parte europea della città, è un trionfo di aromi. A pochi minuti di traghetto, il mercato di Kadiköy sul versante asiatico eccelle in pesce, formaggio, dolci e paste turchi. Vacci piano con gli stuzzichini gratuiti, perché il tour prosegue da Çiya Sofrasi, con i suoi piatti dell’Anatolia più remota.

Cibo di strada francese, Nizza

Cibo di strada?  Di solito è associato ad Asia, Africa o America Latina, ma anche la mediterranea Nizza conosce il fatto suo. Uno dei modi di scoprire la ricca storia della città è assaggiare prelibatezze come la pissaladière (crostata di cipolla caramellata) o la socca (la farinata locale). La passeggiata culiaria di circa tre ore comprende incursioni in negozi di formaggi e macellerie.

L’italiana North Beach, San Francisco

Scopri le radici italiane di North Beach e dedica tre ore a degustare un espresso al Caffe Roma, a sbocconcellare una ciabatta appena sfornata da The Italian French Baking Company o una focaccia del Mario’s Bohemian Cigar Store Café. Non esagerare, perché il tour comprende anche cioccolato, pizza, pasta e dessert al Caffe Macaroni. E non fare piani per la cena.

Brick Lane

Brick Lane

Brick Lane, Londra

Brick Lane è nota per i suoi ristoranti tutto-curry gestiti da immigrati dal Bangladesh, ma c’è dell’altro. Tè cinese, bagel kosher, cibo di strada in abbondanza, come ali di pollo e costolette – tutto da degustare in un tour di un paio d’ore. Per finire, birra artigianale e il migliore maiale di Londra condito con salsa di mele.

Georgetown, Penang

Il più gustoso cibo di strada dell’Asia si trova nelle storiche stradine di Georgetown, in Malaysia. Condotto da una guida esperta, il tour si snoda tra bancarelle e kopitiam (caffè), con piatti che vanno dai tagliolini char kway teow alla zuppa di pesce, aromatizzata al tamarindo. L’esperienza può essere personalizzata, virando sul dolce o sul piccante estremo.

Hobart. Tasmania

Attentissima ai prodotti locali, la più compatta delle capitali australiane è perfetta per una passeggiata gastronomica. Tieni alto l’appetito, perché il tour sosta da Ethos eat drink e da Garagistes – posti dove non si va sul leggero. Prova il tè del Yellow Bernard, il caffè più funky della città, o il formaggio artigianale di A Common Ground, nel quartiere storico detto Salamanca.

Città del Messico, cibo del mondo

La cucina messicana va forte in tutto il mondo, ma il meglio ovviamente è nei quartieri di Città del Messico. Il tour dura circa quattro ore, tra tacos, quesadillas e succhi di frutta fresca di ogni genere. Mangerai e imparerai un sacco di cose, anche a distinguere i tamales dai tlacoyos.

 WellingtonNuova Zelanda

Nella capitale neozelandese la gente prende molto seriamente cibo e caffè, e infatti Wellington ha più caffè e ristoranti pro capite di New York. I walking tour prevedono stop al Mojo Coffee e al Moore Wilson’s, un piccolo tempio del cibo che serve squisiti formaggi e salmone. I fan della birra prendano nota: questa città è il fiore all’occhiello della fiorente scena nazionale di birrifici artigianali.