MondoRosa

L’ ORA DEL SESSO BE-CURIOUS

 

coppia-mare

 

 

 

 

L’amore e il sesso? Non è più una questione di essere maschi o femmine. Sono sempre di più gli italiani che cercano un’avventura con un partner del loro stesso sesso. E non si tratta di gay o di bi-sex, ma semplicemente di “bi-curious”: spesso non si tratta neppure di vere e proprie scappatelle, ma della semplice curiosità di allargare i propri orizzonti sessuali senza preclusioni.

Sono una consistente minoranza che ammonta a circa 15mila italiani: si tratta di persone che cercano un incontro occasionale online con un partner dello stesso sesso. Le donne, anche sposate o con un compagno fisso, sono ben rappresentate: ben due su dieci tradiscono il loro uomo incontrandosi con un’altra donna. E’ quanto emerge da un sondaggio condotto da AshleyMadison.com, il social network dell’extra-coniugale, che mostra come la percentuale di tradimenti gay, bisex e bi-curious tra i suoi iscritti sia in continua crescita. Insomma, mentre l’Italia manifesta il proprio scetticismo nei confronti delle nozze gay, inizia dunque a farsi strada il fenomeno dei tradimenti omosessuali nelle coppie etero.

C’è anche, a confermare il dato, uno studio scientifico realizzato dalla Boise State University. La ricerca, condotta su un gruppo di 484 donne eterosessuali e coordinata dalla professoressa Elizabeth Morgan, ha evidenziato che il 60% del campione ha ammesso di sentirsi sessualmente attratto da altre donne. Un altro 45% ha dichiarato di aver baciato una donna, mentre il 50% ha fantasie sessuali che coinvolgono esponenti dello stesso sesso.

Le donne, insomma, sarebbero più aperte a sperimentare l’intimità anche con una persona del proprio sesso. Tra gli utenti di AshleyMadison.com, infatti, sono le donne a ricercare con più frequenza una relazione extraconiugale “bi-curious”: quasi il 20% delle iscritte al sito è in cerca di altre donne, molte si concedono a incontri di questi tipo per soddisfare le proprie fantasie o scoprire nuove emozioni, anche al di là del proprio orientamento sessuale. “Mi sono sposata giovane, a quei tempi non avevo ben chiaro il mio orientamento sessuale – racconta Lucia B., un’utente quarantenne – Dopo vent’anni di matrimonio e due figli, ho provato quasi per gioco con una collega, l’ho raccontato a mio marito e ci siamo concessi di esplorare nuovi territori. Insieme o da soli”.

 

Le città in cui il tradimento “bi-curious” è più frequente è Venezia, dove si concentra il 6,3% delle “mogli in cerca di donne”, seguito da Udine con il 5,9% e Bari con il 5,2%). Gli uomini che tradiscono la compagna preferendole un altro uomo, invece, sono particolarmente frequenti a Roma e, curiosamente, nelle zone dell’Urbe immediatamente limitrofe al Vaticano, con una concentrazione dell’85% dei traditori gay romani.

 

No Comments

    Leave a Reply